Crea sito

Sbarramento di fuoco in solidarietà con lo sciopero della fame di Koufodinas

Riceviamo e diffondiamo:

SBARRAMENTO DI FUOCO IN SOLIDARIETÀ CON LO SCIOPERO DELLA FAME DI KOUFODINAS

“Organizzeremo Nuclei di Azione Immediata per colpire lo stato e il capitale”.

Il prigioniero politico Dimitris Koufontinas è parte della nostra carne, parte della carne dei movimenti rivoluzionari, parte dell’esperienza storica dei guerriglieri dell’Europa del dopoguerra. Un combattente coerente e impenitente che è stato imprigionato per la sua scelta di affrontare la barbarie del sistema capitalista sotto la minaccia delle armi. Un tale combattente può trovarci solo con tutto il cuore e con tutte le nostre forze dalla sua parte, contro il revanscismo di estrema destra, contro la propaganda di stato, contro il regime di isolamento che gli è stato imposto. È in sciopero della fame dall’8 / 1, chiedendo il suo trasferimento a Korydallos dalla prigione di Domokos, dove è stato improvvisamente trasferito dopo essere stato rapito dalle prigioni rurali di Volos. Il governo di Nea Demokratia non sta neanche rispettando la stessa legge creata ad hoc per seppellire Dimitris Koufontinas ancora più a fondo in prigione. La resistenza del compagno che ancora una volta mette il proprio corpo come barriera ultima per una battaglia di coerenza e dignità individuale, concentra attorno a sé tutti quei significati storici, politici e sociali che delimitano le poste in gioco del nostro tempo.

Resistenza o sottomissione.
Lotta o resa.
Solidarietà o individualizzazione.
Attacco o tregua.

Facendo il minimo possibile, in solidarietà con lo scioperante Dimitris Koufontinas, ma anche con Giannis Dimitrakis e Nikos Maziotis che sono anche loro in sciopero della fame al suo fianco, la scorsa settimana abbiamo effettuato, ad Atene, i seguenti attacchi incendiari:

  1. Presso la Fondazione per la ricerca economica e industriale (IOBE) a Koukaki. IOBE è il pilastro statistico ufficiale della BSE [organismo simile alla nostra Confindustria, NdT] ed è uno dei principali think tank che fornisce informazioni, indicazioni e suggerimenti per le politiche economica. Le politiche economiche neoliberiste, i salvataggi delle banche, la violenta ridistribuzione della ricchezza a spese dei poveri hanno il loro timbro. IOBE non è un organismo scientifico neutrale come vuole essere presentato. È collocato nel campo di classe del capitale e ha le mani sporche del sangue di tutti gli oppressi che si sono suicidati annegando nella disperazione e nelle impasse della crisi capitalista.
  2. Presso il 3 ° Ufficio delle Entrate nella zona di Kypseli. In un momento in cui sempre più settori della società stanno sprofondando nei debiti e non sono in grado di sopravvivere, gli attacchi alle strutture statali che rappresentano lo sfruttamento economico sono un atto di opposizione allo sterminio economico dal basso e, allo stesso tempo, una proposta aperta a costruire un mosaico di lotte con rifiuti di pagamento, cancellazione di debiti e sabotaggi.
  3. Presso la casa del Segretariato generale del coordinamento dei progetti governativi di Nea Demokratia, Stratos Mavroeidakou, a Ilion. È uno dei leader nella gestione criminale della pandemia, la carenza di personale negli ospedali pubblici, il reclutamento di polizia e militari invece di infermieri e medici, la trasformazione della risposta alla pandemia in un metodo repressivo volto a livellare l’acquis sociale e le resistenze . Abbiamo voluto far sapere a coloro che fanno parte del personale dell’esercito del partito Nea Demokratia che la paura cambierà campo.
  4. Ad un veicolo della polizia nella zona di Petralona. Abbiamo fatto l’ovvio: attaccare il terrorismo di stato e i suoi mercenari in uniforme.

Solidarietà con lo scioperante della fame comunista Dimitris Koufontinas
Forza agli anarchici in sciopero della fame Nikos Maziotis, membro di Azione Rivoluzionaria e Giannis Dimitrakis
Solidarietà con i prigionieri politici
Torneremo presto…

Nuclei di azione immediata
Nucleo della solidarietà rivoluzionaria

Tradotto da: athens.indymedia.org