Italia: Ultimi aggiornamenti sui prigionieri anarchici

Operazione Scintilla – Aggiornamento su Peppe

Il 13 dicembre, a Torino, ha avuto luogo l’udienza per il riesame delle misure cautelari di Peppe, arrestato a Verona il 26 novembre e immediatamente tradotto nel carcere di Montorio a Verona. Il tribunale del riesame ha purtroppo confermato la misura cautelare in carcere.

L’indirizzo per scrivere a Peppe:

Giuseppe Sciacca
casa circondariale di Montorio
via S. Michele n.15
37141 Verona

Le coordinate per contribuire alle spese presenti e future:

POSTEPAY EVOLUTION intestata a Maria Emilia Grigolini
numero 5333 1710 3675 7769
IBAN: IT05P0760105138250239950240

LIBERTA’ PER PEPPE

Operazione Panico – Nuovo conto per benefit

Abbiamo cambiato carta per raccogliere i soldi benefit per l’Operazione Panico, sia per le spese legali che per quelle dei prigionieri. Le nuove coordinate sono:

Postepay Evolution intestata a Micol Marino, carta n. 5333 1710 9589 2077 IBAN: IT22M3608105138272359572366

La precedente carta non verrà più utilizzata.

Il 4 dicembre sono state depositate le motivazioni della sentenza, e intorno al 20 gennaio scadono i termini per presentare appello.

Stecco trasferito

Stecco è stato trasferito a Modena. Per scrivergli:
Luca Dolce
Str. Sant’Anna, 370, 41122 Modena MO, Italia

Tutte libere, tutti liberi!

Mauro condannato a 12 anni

apprendiamo dalla stampa di regime che il compagno Mauro Rossetti Busa è stato condannato a 12 anni per l’incendio del distributore Eni di Sant’Anna e del portone accanto alla sede di Casapound.

Mauro libero! Tutti liberi! Tutte libere!

Per scrivergli:

Mauro Rossetti Busa

P.zza Falcone Borsellino, 1

19125 La Spezia (SP)

La Spezia – Rinvio processo Paska

Aggiornamento sul processo a Paska rinviato la volta precedente al 31 Gennaio del 2020.

Ricordiamo che Paska è accusato di resistenza e lesioni che, secondo l’accusa commise durante uno dei tanti trasferimenti tra un carcere e l’altro e durante l’arrivo in prigione.

La volta precedente, in aula, si sono susseguiti i servi in divisa che hanno avuto la colluttazione con il nostro compagno.

Nella prossima udienza si deve sentire ancora uno di quei aguzzini e successivamente si passerà ai testi della difesa.

Potrebbe darsi che già la prossima volta diano la sentenza.

Inoltriamo questo messaggio a tutti e a tutte le compagne che vogliano fare un saluto a Paska che si trova attualmente in regime di detenzione domiciliare con l’obbligo di non incontrare nessuno.

Pertanto questa potrebbe essere l’occasione giusta per ricordargli a lui ma anche agli altri compagni e compagne che nessuno viene lasciato solo.

Appuntamento presso il Tribunale di La Spezia h 10 del 31 Gennaio

Per l’ Anarchia

Fonte: RoundRobin

Precedente Solidarietà a Beppe da Genova Successivo Alcuni testi rivendicativi dalla Grecia