Italia: E’ uscito il numero 4 del giornale anarchico “Vetriolo” (Inverno 2020)

È uscito il numero 4 del giornale anarchico Vetriolo

A un anno di distanza dall’ultima pubblicazione è disponibile un nuovo numero del giornale anarchico “Vetriolo”. Come sempre rimangono centrali l’approfondimento teorico, l’analisi dello Stato, il dialogo con i compagni prigionieri. Il dibattito-intervista con Alfredo Cospito, rinchiuso nel carcere di Ferrara, che giunge qui alla fine con la terza ed ultima parte, ne è fulgido esempio.

Per fare scacco al Re serve anzitutto rabbia. Serve sangue nelle vene. Serve una forza trascendente, l’orizzonte dell’Utopia, parallela e contraria alla retorica del dominio. Ma serve anche lo studio. Serve ragionare, leggere e approfondire. Serve l’analisi delle forze in campo sulla scacchiera, della disposizione dei servi, delle torri e dei cannoni a difesa del Re. Occorre quella che nei manuali viene chiamata la miglior mossa per il nero. Questo continuiamo a fare su “Vetriolo”. Rabbia e approfondimento. Riflessione, studio, creatività.

Il tema dell’internazionalismo è da sempre centrale nel cuore e nella testa di tutti noi. Le ipotesi che sono state avanzate nelle pagine del giornale hanno stimolato dibattito e critiche. Per raccogliere una parte del dibattito questo numero esce con un allegato: “Pagine internazionaliste”. Tre interventi che altrettanti anarchici di provenienza internazionale ci hanno proposto.

Sommario:

– Scacco al Re
– La Repubblica degli Agnelli
– Senza esitazione, sempre solidali. La sentenza di primo grado nel processo Scripta Manent
– La crisi dello Stato e la cosiddetta creatività italiana
– Vedo Ascolto Grido
– Quale internazionale? Intervista e dialogo con Alfredo Cospito dal carcere di Ferrara. Terza parte
– Contro i tempi moderni
– Intorno alle illusioni e alle parole
– Una storia sinistra. Quarta parte (1982-2001)

Pagine internazionaliste:

– Col cuore e con la testa. Il nostro internazionalismo
– Alle radici del caos. Contributo da un compagno anarchico di origini iraniane
– Indipendentismo e anarchismo. Un contributo di Davide Delogu dal carcere di Rossano Calabro
– Breve resoconto informativo sullo stato del tempo. Un contributo di Gustavo Rodriguez

Per richieste di copie fare riferimento alla seguente e-mail: [email protected]

Costo di una copia di questo numero: 3 euro. Costo di una copia, per la distribuzione, richieste di almeno cinque copie: 2 euro. Spese di spedizione in Italia, fino a 2 kg: 1,30. Gratis per le persone prigioniere. Sono ancora disponibili copie dei numeri 0, 1, 2 e 3.

Precedente SU UNA SENTENZA E QUALCOS’ALTRO - Un testo di Marco dal carcere di Alessandria Successivo Samone di Guiglia, Modena – Sgombero di un’ occupazione anarchica e arresti