E’ uscito Avis de Tempêtes Numero 24 – Bollettino anarchico per la guerra sociale (Dicembre 2019)

La cosa più insopportabile, in fin dei conti, è l’iperbole del “noi” che infesta i discorsi radicali. “Noi lavoratori”, “la nostra rabbia”, “è nella mente di tutti”. Ma quando dicono “noi” di chi parlano esattamente? Delle condizioni lavorative a cui siamo sottoposti (con la forza, non volontariamente)? Dell’opposizione “comune” che abbiamo contro questa “riforma”, talmente ampia che inevitabilmente riunisce una folla e gli interessi più eterogenei?

Fonte: Avis de Tempetes

Avis de Tempêtes Numero 24 PDF

Precedente Aggiornamenti Operazione Renata e comunicato di solidarietà da Cagliari Successivo Bolivia: Uno sguardo anarchico sulla protesta